Anche nel 2020 il Giro D’Italia attraverserà diverse località dell’ Emilia Romagna.

Bonaccini: “Vetrina straordinaria per la terra delle due ruote e del turismo bike.”

E quest’anno il Giro sarà la punta di diamante del progetto “Romagna Bike”, che vedrà eventi e competizioni su due ruote per tutto l’anno, iniziative culturali e di valorizzazione della terra del turismo bike, ma anche cometizioni sportive.

Tra le località percorse durante il Giro ci sarà Ferrara, con il proprio record di maggior numero di biciclette per abitante (100.000 bici e 135.000 abitanti), ma anche Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna.

La 12ª tappa, con partenza e arrivo a Cesenatico, ripercorrerà quasi completamente il percorso della famosa Gran fondo amatoriale “Nove Colli”, proprio nell’anno del cinquantesimo anniversario della corsa ciclistica di gran fondo più antica al mondo.

Le tappe emiliane del Giro:

  • Mercoledì 20 maggio 11ª tappa (Porto Sant’Elpidio – Rimini, 181 km). Dopo Pesaro si scala il Monte San Bartolo con arrivo a Rimini.
  • Giovedì 21 maggio 12ª tappa (Cesenatico – Cesenatico, 205 km). Tappa che ricalca quasi integralmente il percorso della famosa Gran Fondo Amatoriale Nove Colli, con un continuo saliscendi sui vari colli intorno Cesenatico.
  • Venerdì 22 maggio 13ª tappa (Cervia – Monselice, 190 km). Dopo quasi 160 km per raggiungere la cittadina Euganea, si affrontano due impegnative salite: il Passo Roverello (4 km) e il Muro di Calaone con (2 km con pendenze anche del 20%). Segue un’ampia discesa e un breve tratto pianeggiante fino a Monselice.