Proponiamo un riassunto di quanto pubblicato da “Il Punto di vista socialista”, tantissimi temi trattati che potete consultare nel documento allegato alla fine di questo articolo.

ELEZIONI REGIONALI

Passi in avanti si sono fatti a livello regionale, nel lavoro, nella crescita della giustizia sociale, della sicurezza e della legalità, nel recupero urbano e delle periferie, nel migliorare ulteriormente le prestazioni sanitarie, continuando ad
assicurare la centralità del pubblico come tratto distintivo dei servizi. Da tutto questo nasce la LISTA denominata +EUROPA PSI PRI per BONACCINI PRESIDENTE. Una lista da sostenere con fiducia!

Nella sola giornata di domenica 26 gennaio 2020 dalle ore 7:00 alle 23:00 si vota per il presidente della Giunta
dell’Emilia Romagna e per il rinnovo del Consiglio Regionale […].

UNA POLITICA SENZA ODIO

Un movimento nato spontaneo dal basso per affermare: c’è bisogno di un’altra politica perché quella attuale è fatta solo di urla, odio e contrapposizioni sterili. La più grande risposta al populismo e alla retorica dell’odio. La politica della paura e della divisione, degli italiani contro gli stranieri e delle crescenti disuguaglianze ha portato il Paese a un clima di intolleranza insopportabile […].

METTERE IN SICUREZZA LE SCUOLE ITALIANE

L’Italia è il Paese delle emergenze irrisolte e gli italiani non si sentono più sicuri. A quelle tradizionali, ormai endemiche, se ne aggiungono in continuazione delle nuove, dovute a ragioni ed eventi contingenti cosicché il fenomeno tende ad allargarsi in maniera esponenziale, anche per via dell’intreccio tra vecchie e nuove contraddizioni che ne ostacolano una normale e positiva esplicazione. Sotto questo aspetto il caso della messa in sicurezza degli edifici scolastici è quanto mai eclatante. Annoverato tra le emergenze storiche, sintetizza un paradosso tutto italiano dove l’incompiutezza e il provvisorio tendono a divenire permanenti anche per scelta politica di non dare attuazione a un Piano nazionale di edilizia scolastica, come più volte annunciato […].

GLI STUDENTI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

A Ferrara la battaglia ai femminicidi comincia sui banchi di scuola. L’Istituto tecnico Copernico- Carpeggiani attraverso un progetto pilota ha introdotto una nuova materia di insegnamento, incentrata sullo studio della violenza femminile, per prevenire e per educare le nuove generazioni al rispetto e al dialogo. La materia è un ponte tra le varie discipline ed è obbligatoria durante i cinque anni di studio per tutti gli studenti. E si fa anche a ritmo di rap con brani di solidarietà alle vittime e ai figli della violenza di genere. Da questo esperimento è nato il rap Non è normale che sia normale ideato appunto dagli alunni dell’Istituto, in vendita su tutti gli store on line […].

 

Per leggere il documento completo e tutti i temi trattati potete cliccare qui.

Buona lettura