Un festival itinerante dal 28 febbraio al 9 giugno che toccherà oltre venti comuni romagnoli e vedrà la partecipazione di oltre 500 artisti, con più di 70 concerti jazz.

La punta di diamante di questa edizione è Pat Metheny: il suo concerto al Teatro Alighieri di Ravenna (9 maggio) è uno dei momenti più attesi di tutto il festival.

Crossroads 2020 è un grande evento organizzato da Jazz Network, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e di numerose altre istituzioni.

Mauro Ottolini e Fabrizio Bosso sarà affidata la grande inaugurazione del Crossroads 2020: il 28 febbraio al Teatro Fabrizio De André di Casalgrande, con “Storyville Story”, il loro omaggio agli albori del jazz di New Orleans.

 Con oltre tre mesi di programmazione e decine di concerti in larga parte della regione, Crossroads si conferma uno dei fiori all’occhiello dell’offerta culturale in Emilia-Romagna. Personalmente sono fiero di aver accompagnato per tanti anni, garantendo il sostegno dell’amministrazione regionale, questa rassegna di respiro internazionale. Artisti di rilievo mondiale e nuove proposte si fondono in un programma che anche quest’anno farà dell’Emilia-Romagna un enorme palcoscenico dedicato a una delle più importanti espressioni musicali e artistiche del nostro secolo.

Massimo Mezzetti, assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna.

Altri importanti artisti che si esibiranno durante il festival: Paolo Fresu, Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Mauro Ottolini, Petra Magoni, Peppe Servillo, Javier Girotto.