La Chiesa dei Santi Andrea e Agata a Sant’Agata Bolognese era stata colpita duramente dal sisma del 2012, ma finalmente l’opera di ristrutturazione è stata completata. Si trova in Piazza dei Martiri, nel cuore di Bologna e la struttura include la chiesa, la canonica e il campanile.

Oggi la c,hiesa è solida e visitabile e la cerimonia di riapertura si è svolta con la presenza del cardinale Matteo Zuppi (Arcivescovo di Bologna) w di Stefano Bonaccini (Presidente della Regione).

Le opere di consolidamento e ristrutturazione sono state finanziate dalla Regione con € 227.500 e hanno preso il via nel mese di settembre del 2017.

I lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza sismica, iniziati nel settembre 2017, hanno visto la partecipazione della Regione con 227.500 euro nell’ambito della programmazione del Commissario per la Ricostruzione. La ristrutturazione è stata totale, sia per la parte esterna che per la parte interna della chiesa, ed ha interessato sia interventi diretti di muratura sia l’utilizzo delle nuove tecnologie (come quelle utilizzate per eliminare l’elevata umidità). Anche la struttura lignea è stata ripristinata e rafforzata

Storicamente le fonti attestano l’esistenza della chiesa di Sant’Agata già nel Medioevo, situata all’interno dell’omonimo castello. La Collegiata fu ricostruita fra il 1614 e il 1629 in stile Barocco, e importanti restauri si susseguirono saltuariamente fino alla fine degli anni ’80.

 

Dopo la ricostruzione privata, abitazioni e imprese, e le scuole, che furono le priorità stabilite subito all’inizio, abbiamo accelerato sui centri storici, proprio a partire da monumenti e chiese.Stefano Bonaccini