L’accordo rientra nell’ambito della valorizzazione del patrimonio culturale e del sostegno e promozione delle Università e ha come obiettivo la realizzazione di un progetto di condivisione di strutture e servizi archivistici per gestire in sinergia archivi documentali e condividere progetti di dematerializzazione.

Stefano Bonaccini

Gli obiettivi dell’accordo firmato nei giorni scorsi dal presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e dal rettore dell’Università di Bologna, Francesco Ubertini:

  • Facilitare la messa on line di archivi documentali;
  • Progetti di dematerializzazione dei processi amministrativi;
  • Condivisione del polo archivistico che ha sede a San Giorgio di Piano (Bo).

Sono previsti 3 milioni di euro di investimenti (uno da parte dell’Università e due da parte della Regione) per la ristrutturazione e l’allestimento di 2 capannoni, che fanno parte di un complesso di 7 edifici già adibiti ad archivio storico della Regione Emilia-Romagna.

L’obiettivo è di realizzare un Polo Archivistico congiunto a San Giorgio di Piano che:

  1. valorizzi le competenze e le strutture già esistenti;
  2. che consenta ad entrambi gli Enti di razionalizzare la gestione e conservazione del proprio patrimonio archivistico;
  3. che consenta di sviluppare la digitalizzazione e informatizzazione degli archivi.

Questo permetterà di condividere i costi di gestione tra la Regione Emilia-Romagna e l’Università di Bologna, e la gestione sarà concessa al Servizio Polo archivistico Regionale (ParER) dell’IBACN.