La Giunta Regionale ha deciso di stanziare oltre € 410 mila al fine di favorire progetti di innovazione in agricoltura, nello specifico per le filiere vitivinicole e ortofrutticole.

Il bando fa parte del programma regionale per lo sviluppo rurale (Psr) 2014-2020 per i progetti che mirano a migliorare temi legati all’agricoltura come la produttività e la sostenibilità, progetti che vedono come protagonisti i Gruppi operativi per l’innovazione (GOI), partnership tra aziende agricole, università e centri di ricerca per favorire lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie.

Le nuove risorse puntano a finanziare anche gli ultimi tre progetti valutati positivamente e inseriti in graduatoria, rimasti tuttavia esclusi dai contributi per mancanza di fondi. In questo modo il numero dei Gruppi operativi finanziati con quest’ultimo bando sale fino a 29, per un totale erogato di circa 2,8 milioni  e un investimento complessivo di circa 4 milioni di euro.

Nel dettaglio i tre nuovi progetti finanziati riguardano:

  • la valorizzazione della filiera della patata di montagna, che vede l’ Università di Modena e Reggio Emilia in veste di capofila e che si vede assegnato un contributo di circa 110 mila euro;
  • l’innovazione tecnologica per migliorare le previsioni sulla vendemmia, con capofila il Centro ricerche produzioni vegetali di Cesena, che riceverà un finanziamento di 152 mila euro;
  • nfine all’Enoteca regionale dell’Emilia-Romagna andranno 150 mila euro per favorire l’innovazione commerciale e la programmazione nella filiera vitivinicola.